NEWS 
 


PENSIONI: FIRMATO IL VERBALE PER IL PRIMO PACCHETTO DI INTERVENTI 

​E’ stato firmato il 28 settembre, al Ministero del Lavoro, il verbale che sintetizza il percorso del lavoro svolto tra Governo e Organizzazioni sindacali sugli interventi urgenti da adottare in campo previdenziale. Soddisfazione da entrambe le parti per lo spirito costruttivo con cui si è svolto il confronto e per i risultati raggiunti. 
"Concludiamo oggi un percorso, avviato nel maggio scorso, che ci ha portato a convenire un pacchetto di interventi urgenti sul sistema previdenziale da inserire nella prossima legge di bilancio. Grazie alle intese raggiunte, abbiamo rappresentato l'intenzione del Governo di stanziare 6 miliardi nel prossimo triennio per finanziare questi interventi volti a favorire l'equità sociale, la flessibilità delle scelte individuali, l'eliminazione degli ostacoli alla mobilità lavorativa e a sostenere i redditi da pensione più bassi". È quanto ha dichiarato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, al termine dell'incontro con i sindacati. "L'aspetto che considero più importante di questo accordo – ha aggiunto –  è che, per la prima volta, si tenta di dare risposte che tengono conto contemporaneamente delle esigenze dei giovani, dei pensionandi e dei pensionati: esattamente il contrario di quello che si è sempre fatto i passato. Con Ape e Ape social – ha spiegato il Ministro – abbiamo affermato, per la prima volta, che i lavori e le condizioni familiari non sono uguali. 
Il verbale sottoscritto con le Organizzazioni sindacali prevede…  CONTINUA A LEGGERE (Clicca qui) 
LEGGI IL VERBALE (Clicca qui) 
GUARDA IL VIDEO DELL’INCONTRO (Clicca qui)  

 

OPPORTUNITÀ PER I CITTADINI E PER LE IMPRESE: FINANZIAMENTO DI PERCORSI DI INTEGRAZIONE PER MINORI NON ACCOMPAGNATI E GIOVANI MIGRANTI

 

Italia Lavoro ha pubblicato l’Avviso per il finanziamento di percorsi di integrazione socio-lavorativa per minori non accompagnati e giovani migranti. L’obiettivo dell’intervento è la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo rivolti a minori non accompagnati, ai titolari e richiedenti protezione internazionale e a giovani migranti entrati in Italia come minori non accompagnati.
Obiettivo dell'intervento è la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo rivolti a:
– minori non accompagnati, compresi i titolari o richiedenti protezione internazionale, in fase di transizione verso l'età adulta;
– giovani migranti che abbiano fatto ingresso in Italia come minori non accompagnati. 

I percorsi di inserimento socio-lavorativo si basano sullo strumento della "dote individuale", con la quale – insieme ad una dotazione monetaria – viene garantita l'erogazione di una serie di servizi di supporto alla valorizzazione e sviluppo delle competenze, all'inserimento socio-lavorativo e all'accompagnamento verso l'autonomia (formazione on the job, tirocinio), attraverso la costruzione di piani d'intervento personalizzati. L'ambito territoriale di riferimento dell'intervento è quello nazionale.
A pena di esclusione, le domande di partecipazione dovranno essere inviate a Italia Lavoro a mezzo Posta Elettronica Certificata all'indirizzo percorsi@pec.italialavoro.it, indicando obbligatoriamente nell'oggetto "Progetto PERCORSI", a partire dal quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione sul sito di Italia Lavoro dell'Avviso e non oltre le ore 13:00 del 31/12/2016.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO (Clicca qui) 

 

MIPAAF: APPROVATO  IN CONFERENZA  STATO REGIONI DECRETO SU RIPARTIZIONE FONDO PER COMPARTO CEREALICOLO

E’ stato approvato il 30 settembre in Conferenza Stato-Regioni, il decreto che fissa criteri e modalità di ripartizione delle risorse del fondo di 10 milioni di euro, inserito nel decreto legge enti locali dello scorso luglio dedicato ad interventi a sostegno del comparto cerealicolo. La misura prevede un aiuto di 100 euro ad ettaro per produttore nei limiti del regime 'de minimis'. 
Per aumentare qualitativamente l'offerta di grano italiano si prevede il sostegno per incrementare la sottoscrizione di contratti di filiera, capaci di garantire una più equa remunerazione del lavoro agricolo e contenenti parametri qualitativi del grano duro conformi con le esigenze produttive dell'industria pastaria.

 

#Sbloccascuole: NUOVA CHIAMATA PER GLI ENTI LOCALI

Prosegue l'operazione #Sbloccascuole, lanciata dal Governo lo scorso febbraio, mettendo sul piatto 480 milioni di euro liberati dai vincoli di bilancio per Comuni, Province e Città metropolitane per interventi di edilizia scolastica e per la realizzazione di nuove scuole.
Non tutti gli Enti locali hanno utilizzato l'intero spazio finanziario concesso e sono stati così recuperati circa 39 milioni che saranno rimessi in campo per proseguire nell'opera di riqualificazione del patrimonio scolastico.
Ad oggi oltre mille Enti hanno risposto al monitoraggio del Governo e grazie all'operazione #Sbloccascuole sono stati avviati 1249 nuovi interventi, e altri 900 sono già programmati. Gli spazi concessi hanno permesso di attivare risorse bloccate degli Enti locali per oltre un miliardo.
Hanno partecipato all'operazione anche 250 Enti che prevedevano cofinanziamenti per interventi del piano #MutuiBei: altri 102 milioni di euro liberati dai vincoli di bilancio.

 

FOCUS RIFORMA COSTITUZIONALE

Il Consiglio dei ministri ha fissato la data del referendum con il quale gli elettori italiani confermeranno o respingeranno la riforma costituzionale approvata lo scorso aprile dal Parlamento. Dopo oltre due anni di esame, discussione e modifiche del testo, e soprattutto dopo 30 anni di tentativi di modernizzazione della nostra Carta fondamentale, il 4 DICEMBRE 2016 avremo finalmente l’opportunità di scrivere una pagina importante della nostra storia nazionale.Per informarsi, comprendere bene le modifiche e soprattutto non avere nessun dubbio su ciò che andremo ad votare, vi elenco una serie di Link utili con il materiale da poter consultare in base alle vostre esigenze! 
 

 

   

 

IL RIPARTO DI COMPETENZA LEGISLATIVA:  TITOLO V 

IL NUOVO PROCEDIMENTO LEGISLATIVO



AULA

 
 

E’ stata approvata alla Camera il 26 settembre, la legge per la valorizzazione dei Piccoli Comuni per un’Italia più forte e coesa. Un’opportunità per tutto il Paese per un’idea di sviluppo che punta sui territori e sulle comunità, che coniuga storia, cultura e saperi tradizionali con l’innovazione, le nuove  tecnologie e la green economy.
Tra le misure principali:
– diffusione della banda larga e misure di sostegno per l’artigianato digitale;
– semplificazione per il recupero dei centri storici in abbandono o a rischio spopolamento anche per la loro conversione in alberghi diffusi;  
– interventi di  manutenzione del territorio con priorità per la  tutela dell’ambiente e la prevenzione del rischio idrogeologico;
– messa in sicurezza di strade e scuole e interventi di efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico;
– acquisizione e riqualificazione di terreni e edifici in abbandono; 
– possibilità di acquisire case cantoniere da rendere disponibili per attività di protezione civile, volontariato, promozione dei prodotti tipici locali e turismo;
– realizzazione di itinerari turistico-culturali ed enogastronomici e di mobilità dolce;
– possibilità di acquisire di binari dismessi e non recuperabili all’esercizio ferroviario, da utilizzare come piste ciclabili;.
– dotazione dei servizi più razionale ed efficiente, possibilità per i centri in cui non ci sono uffici postali di pagare  bollette e conti correnti presso gli esercizi commerciali;
– facoltà di istituire, anche in forma associata, centri multifunzionali per la fornitura di una pluralità di servizi, in materia ambientale, sociale, energetica, scolastica, postale, artigianale, turistica, commerciale, di comunicazione e sicurezza, nonché per attività di volontariato e culturali;
– interventi in favore dei cittadini residenti e delle attività produttive insediate nei piccoli comuni;
– promozione delle produzioni agroalimentari a filiera corta e del loro utilizzo anche nella ristorazione collettiva pubblica.
Per le aree oggi in condizioni di maggior difficoltà è previsto uno specifico stanziamento di 100 milioni per il periodo che va dal 2017 al 2023.
PER APPROFONDIRE (Clicca qui)  


LAVORI IN COMMISSIONE 

COMMISSIONE AGRICOLTURA: PARERE DECRETO SUI LIMITI DELLA COLTIVAZIONE DI OGM

Il tema dell'utilizzo in agricoltura degli organismi geneticamente modificati è stato al centro del dibattito parlamentare sin dall'inizio della Legislatura. L'approvazione di numerose mozioni  sull'argomento e l'intensa attività svolta in sede europea sono servite da stimolo per richiedere una modifica della normativa europea al riguardo. Il 5 agosto 2016 il Ministero dell’Agricoltura ha emanato un decreto di adeguamento alla direttiva Europea n 2015/412/UE, che è stato sottoposto al parere delle commissioni parlamentari.
Il decreto dà attuazione alla direttiva 2015/412/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 2015, che modifica la direttiva 2001/18/CE limitatamente alla possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) sul loro territorio, sulla base della Legge di delegazione europea 2014 . 
I pareri approvati dalle Commissioni ( prima Camera, poi Senato)  chiedono  che venga assicurato nel testo definitivo un ruolo più’ incisivo e determinante del Governo nelle decisioni, affinche’ possano essere garantite scelte di politica agraria unitarie a tutela del Made in Italy.
A tal fine, viene richiesto al Governo di coinvolgere anche la Conferenza Stato-regioni nella scelta di coltivare o meno OGM nei  territori italiani, nel caso vi fossero regioni che si dimostrino aperte verso questa scelta.
PER APPROFONDIRE (clicca qui) 
LEGGI IL DECRETO (Clicca qui) 
LEGGI LA DIRETTIVA COMUNITARIA (Clicca qui)

 

NOMINE IN COMMISSIONE LAVORO

Il 28 settembre la commissione lavoro ha confermato la nomina del professor Massimo De Felice a presidente dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL). Il presidente De Felice, dal 1986, è professore ordinario e, nell’Università « la Sapienza » di Roma, è stato titolare degli insegnamenti di matematica finanziaria, di tecnica delle assicurazioni libere sulla vita e di valutazione e controllo delle imprese di assicurazione. E’ anche componente del comitato scientifico delle riviste « Assicurazioni » e « Banca Impresa Società » ed è socio del Consiglio italiano per le scienze sociali. 
Subito dopo ha provveduto alla conferma del professor Stefano Sacchi a presidente dell'Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori (ISFOL) 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

Vi aspettiamo!!!! Non mancate!!!

 

Il 9 Ottobre sarò a Venezia per celebrare la 66° giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul Lavoro 
 
Il 14 Ottobre parleremo di IMMIGRAZIONE a Padova
        
 

Il 15 Ottobre sarò presso l'Abbazia di Praia per parlare di APICOLTURA 

 

 

Camera dei Deputati

LAVORI DI QUESTA SETTIMANA

LA MIA ATTIVITA’ IN PARLAMENTO